• Digital
  • Posted
  • Hits: 334

Industria 4.0: i progetti di trasformazione digitale su del 25%

Cresce la consapevolezza delle aziende italiane. Il mercato dell'industria 4.0 vale ora 1,7 miliardi. Il dato emerge dalle analisi dell'Osservatorio Polimi del Politecnico di Milano.

Le cifre parlano chiaro. Le aziende italiane hanno scoperto il valore dell'industria 4.0, il valore della trasformazione digitale della produzione. La crescita del settore è a doppia cifra, e si attende ancora l'effetto del Piano nazionale varato solo pochi mesi fa dal Ministero per lo Sviluppo economico guidato da Calenda.  Questi dati sono stati presentati ieri nel corso del convegno "Industria 4.0: la grande occasione per l'Italia", che si è tenuto presso l'Auditorium di Assolombarda a Milano.
Industria 4.0 in Italia
Dal report di Polimi la conferma che il mercato italiano sta cogliendo l'occasione della trasformazione, con prospettive di crescita importanti nel breve periodo. La gran parte dei progetti riguarda l'Industrial IoT, analytics, cloud e robotica avanzata. E' prevista una ulteriore crescita è attesa nel 2017, anche grazie all'effetto moltiplicatore atteso con il Piano Nazionale Industria 4.0. Secondo le previsioni, al termine del 2017, l'Italia dovrebbe aver raddoppiato gli investimenti nella trasformazione digitale.

“Sembra ormai vinta la prima sfida culturale, quella della consapevolezza sull’Industria 4.0: l’Italia dispone di un Piano Nazionale, il tema è al centro dell’attenzione del mondo economico e il livello di conoscenza tra le imprese è salito notevolmente. In questo contesto, il mercato italiano mostra già una crescita a doppia cifra e l’Industria 4.0 italiana vive un momento di grande fervore – spiegano Alessandro Perego, Andrea Sianesi e Marco Taisch, responsabili scientifici dell'Osservatorio Industria 4.0 -. Ma ora si aprono nuove sfide per le imprese: bisogna disegnare i progetti sulle specificità di ciascuna realtà, riuscire a liberarne realmente il potenziale innovativo e misurare i dati raccolti, dotandosi inoltre delle necessarie competenze. Il pieno impatto della trasformazione 4.0 si avrà tra 10-15 anni e vanno formulate strategie e roadmap con lungimiranza”.

Fonte: Corriere Comunicazioni